Tesi di laurea-Graduation thesis-Mémoire

IT

la tesi dal titolo: “origini e ragioni del desiderio di viaggiare nell’individuo” si  propone di trovare nuovi spunti per analizzare cosa spinge l’uomo a lasciare definitivamente o per un breve periodo il luogo in cui vive prendendo in esame la storia del viaggiatore partendo dai nomadi fino ai giorni nostri e trattandone anche la parte psicologico – emotiva.

Verrà data una maggiore importanza a com’è cambiato il profilo del viaggiatore diventato turista dagli anni 90 ad oggi anche in virtù delle scoperte e dei nuovi mezzi che ha a disposizione l’uomo di recente.

Per poi concludere interrogandoci se l’uomo da viaggiatore sia diventato turista, se sia turista e viaggiatore allo stesso tempo o se stia cercando di ritornare viaggiatore del mondo.

EN

The thesis “Orignins and reasons of the human desire to travel” aims at investigating the reasons for a person to emigrate from his place of origin, permanently or temporarily. The study is based on historical research, starting from the nomads  III century b.C. up to current times. The psychological-emotional aspect is also addressed.

It focuses in particular on the modification of the traveler’s profile into a tourist one from 1900 to the present, taking into account the technological advancements and the instruments available today.

Finally we will explore the different scenarios like the transformation from traveler to tourist, the possibility to be a tourist and a traveler at the same time and the attempt t a tourist to become a world traveler to escape societal constraints.

FR

A travers cette étude, nous proposons de trouver de nouvelles idées pour analyser ce qui pousse l’homme à quitter, de façon permanente ou pour une courte période, le lieu où il vit en examinant l’histoire du voyageur depuis les déplacements des nomades jusqu’à nos jours et aussi à travers l’étude de la partie psychologique – émotionnelle.

Nous accorderons une plus grande importance à la manière dont le profil du voyageur a évolué pour devenir un touriste des années 90 à aujourd’hui, notamment grâce aux découvertes et aux nouveaux moyens à sa disposition.

Enfin, nous conclurons ce travail en nous demandant si l’homme, de voyageur est devenu touriste, s’il est touriste et voyageur en même temps ou s’il est en train de tenter de redevenir un voyageur du monde.

Video Italiano

 

 

Video inglese

 

Video muto

 

Le più belle e strane stazioni metro del mondo

Vi sono metropolitane nel mondo davvero particolari dove non si pensa al vagone affollato o al ritardo che potremmo fare e guardando queste foto capirete perché…

-Stoccolma: Una tra le metro più efficienti del mondo ma anche una tra le più artistiche. 100 stazioni per una galleria d’arte che racchiude dipinti, mosaici, ma soprattutto le meravigliose caverne multicolor.

stockholm-metro22-550x2973-Stockholm1

 

 

 

 

 

-Asia, Taipei: La metropolitana di Taipei è famosa per la “cupola di luce” una spettacolare opera in vetro.  La struttura esterna del tetto prende la forma di due mani in preghiera. Questo è il più grande progetto al mondo creato utilizzando vetro.  È interamente realizzato da un artista romano: Narciso Quagliata.

DSC_8082

 

 

Montreal: la ramificazione più lunga del mondo misura 30 km, ideata per far “riscaldare” i cittadini durante il rigido inverno nel suo interno potete trovare: saloni di bellezza, negozi, ristoranti, banche, università ed alberghi. Questa metropolitana , in particolare la fermata ” champ de Mars” è stata definita una tra le più cool del mondo.

Montreal_-_Metro_Champ-de-Mars,_panorama-20050329

 

Edimburgo:  nei sotterranei della città Scozzese ci sono un intrico di cunicoli che è stato per molto tempo il nascondiglio dei più malfamati della capitale. Royal Mile, principale arteria stradale della città, sono stati quindi costruiti diversi livelli abitativi, suddivisi in base all’estrazione sociale. Il Mary King’s Close si trova 25 metri sotto il livello terra: ospitava distillerie clandestine, appestati sepolti vivi,  prigioni e luoghi di perdizione.

Edinburgh-714697

 

Londra:Due dei ristoranti più cool di Londra sono sottoterra: Brasserie Zédel, a Piccadilly ha un’entrata al piano terra, ma per raggiungere i tavoli bisogna scendere la grande scalinata art deco; e da Coal Vaults, a Soho i clienti si affollano negli androni un tempo usati solo come deposito di carbone.Il labirinto di gallerie ferroviarie in disuso sotto la stazione di Waterloo ospita un festival ogni anno che manda in scena 60 spettacoli: danza, teatro sperimentale, opera, giochi di prestigio, arti circensi, mentre nel Thames Tunnel, un tunnel sotto il Tamigi costruito nel 1843 da Isambard Brunel per permettere alle carrozze di attraversare il fiume, vengono organizzate una serie di concerti e spettacoli.

 

 

 

Esami imminenti? no problem!

Gli esami sono alle porte sia per gli studenti che tra poco daranno la maturità  sia per noi poveri universitari che ci troviamo alle prese con la sessione estiva o con la laurea.

Quindi oggi vorrei proporvi dei metodi di studio e degli esercizi pratici per migliorare il nostro rendimento che ho trovato in un  sito internet e che ritengo molto validi.

  • Esercizio per la memoria: prendi un foglio di carta ed una penna ed evidenziatori di colori diversi.

1 )Giorno: Scegli una parola dal dizionario nella lingua che preferisci,oppure una parola da una lista di termini che devi studiare per un esame; Leggine la definizione, scrivila sul foglio di carta ed evidenziala col colore che più ti piace.

2)Giorno: Leggi la parola che hai scritto il giorno precedente per 3 volte.

3) giorno: prima di prendere il foglio cerca di ricordare la parola che avevi scelto, la sua definizione ed il colore che avevi  usato per evidenziarlo

4) Giorno: passa ad un altra parola, utilizza lo stesso procedimento e cerca di ricordarle tutte insieme ai significati ed ai colori    man mano che la tua lista  aumenterà

 

Per far si che qualsiasi cosa che abbiamo sentito, visto o scritto ci resti bisogna rendere lo studio più coinvolgente anche perché ciò che tendiamo a ricordare di più sono le esperienze dirette 🙂

 

  • La piramide:  Prima di applicare un metodo riassuntivo dobbiamo individuare le parti del testo da studiare. Per fare ciò l’importante è dividere il testo e riconoscere i concetti chiave( di solito sono i titoli dei capitoli), i concetti secondari( servono per dare corpo e per approfondire i concetti chiave), le informazioni di contorno( esempi o casi che servono a fissare meglio i concetti sopraelencati) e il “rumore di fondo” informazioni ripetitive che non sono molto importanti.

Una volta individuate le parti del testo possiamo passare al metodo riassuntivo utilizzando:

  • Le mappe concettuali: Ogni mappa concettuale è formata da Nodi concettuali  che sono i concetti chiave racchiusi nel cerchio e le relazioni associative, sono le frecce che collegano i nodi concettuali dotate di un’etichetta che spiega il collegamento tra i concetti chiave.

Scrivi il concetto chiave al centro , scrivi altri concetti ,collegali tra loro con le linee e scrivi sopra di esse ragionamenti,esempi etc…mentale1

 

 

 

Questi sono dei piccoli aiuti per chi è alle prese con gli esami. Un mese d’impegno e poi tutti al mare in bocca al lupo ragazzi 😉

Fonte: Efficacemente

 

il balcone che vorrei

La Primavera dovrebbe già essere arrivata da un bel po, ma anche se il sole fa capolino  dietro le nubi per poi sparire lasciando il posto ad un po di pioggia passeggera perché non iniziare ad arredare il nostro balcone?

Che sia piccolo o grande il balcone ci permette di rilassarci stando all’aria aperta, di mangiare con gli amici, di studiare, di coltivare un piccolo orticello e se siamo fortunati di godere di un bel panorama.

Se il vostro balcone è piccolo dovete decidere a cosa dare la priorità: relax o cibo???

Se preferite rilassarvi potreste optare per un divanetto o per quei materassi colorati (molto carini si possono comprare da Maison du monde) che vanno poggiati a terra accompagnati da un tavolinetto basso.

alvhem_90sqm_hqroom_ru_11

arredo-terrazzo-1 (1)

 

 

 

 

 

 

 

Mentre se preferiamo creare un luogo dove mangiare l’elemento fondamentale che dovete comprare è un bel tavolo da esterni.

A seconda dello stile che volete dare al vostro balcone vi propongo due tavoli:

Il primo si può acquistare ad IKEA ed è un tavolo a ribalta in legno d’acacia con quattro sedie pieghevoli abbinate prezzo offerta 150 € nei giorni 11,12,13/4  a Roma dopodiché il tavolo costerà 100€ e le sedie 25€ l’una.

Il secondo sempre da Ikea ma ha un prezzo minore: 20 euro x il tavolo e 20 a sedia.

askholmen-tavolo__0170259_PE324347_S4askholmen-sedia-pieghevole__0170257_PE324346_S4applaro-tavolo-e--sedie__0137552_PE296037_S4

 

 

 

 

 

 

 

 

 

Mentre se il vostro stile è piu Romantico quello che vi consiglio è di acquistare un tavolino rotondo in ferro battuto o in metallo Con due sedie in stile petit bistrot Parisienne ed uno scaffale da parete in metallo laccato.

donnamoderna-balconimb_french-balcony

6-terrazzo

 

 

 

 

 

 

Gli altri elementi da abbinare allo stile in legno sono un angoliera in legno su cui possiamo mettere libri,annaffiatoio e vasetti con fiori E se volete aggiungere un portavasi in legno con la struttura per i rampicanti da applicare alla parete.

askholmen-piedistallo-per-piante__0278264_PE389557_S4

 

Indipendentemente dallo stile che sceglierete consiglio vivamente se volete Creare quell’atmosfera magica dei piccoli lumini colorati portacandele che potete acquistare da Tiger (1€)images

 

E l’intramontabile lanterna bianca di IKEA0170307_PE324371_S3

 

 

 

 

Per aiutare l’ambiente non c’è niente di meglio che riciclare ….usando il Pallet ( quella struttura in legno che si usa per gli imballi).

Può essere utile come divano fouton, come tavolinetto,può anche essere un ottimo contenitore per i vasi e le piante da giardino e scaffale portatutto.

Pallet-Furniture-2

142011_pallet-furniture-4

14efdd26a2bcedc2a0ce448af775563f

pallet-couch1

 

 

 

 

 

 

 

 

 

Nel sito di seguito troverete molte idee per plasmare il pallet a vostro piacimento 😉 —>give a look!

Ma che cos’è un balcone che si rispetti senza un po di verde?

Nel prossimo articolo vedremo  insieme le piante primavera/estate e le loro caratteristiche.

So this is Christmas…

And what  have you done another year  over and a new one just begun, cantava john Lennon.

Eccoci qui a fine 2013, non è volato quest’anno? Nonostante la crisi, le alluvioni,il Papa, le immigrazioni, le emigrazioni, le rivolte( pur piccole ma sempre rivolte) etc….

Molte sono le cose che cambiano in un anno…i rapporti, le case, il lavoro, gli hobby, la palestra….e cambi un po anche tu insieme a tutti questi cambiamenti belli o brutti che siano.

Ancora una volta ho la sensazione che continuo ad andare ma non so dove, che sono più fragile e sensibile di quanto credevo,che nella vita serve coraggio e che stando immobili, anche se ciò ci fa sentire al sicuro, niente potrà mai cambiare…..e quel vuoto dentro resta.

Però ragazzi è Natale, il periodo a mio avviso più bello dell’anno con la sua atmosfera magica che sa di bambini, di calore, di famiglia, di regali, di addobbi, di luci e d’amore quindi bando alle ciancie e cerchiamo di capire di più i siboli e le usanze di questa festa.

Il natale cristiano si festeggia il 25 dicembre e celebra la nascita di Gesù, quello pagano è la stessa data ma ha un’accezzione un pò diversa.

Questa festa pagana è nata nell’Europa settentrionale e diffusasi in tutto il mondo ai giorni nostri riguarda principalmente lo stare in famiglia,la solidarietà,babbo natale, l’albero, i regali,il presepe, il calendario dell’avvento e le luci colorate.

-Tutte le versioni del Babbo Natale moderno che è chiamato anche Santa Claus in inglese, derivano dallo stesso personaggio storico: il vescovo, poi divenuto anche santo, san Nicola di Bari, o semplicemente Nicola della città di Myra (nell’odiernaTurchia), di cui si racconta che ritrovò e riportò in vita cinque fanciulli che erano stati rapiti e uccisi da un oste e che per questo era considerato il protettore dei bimbi.

Santa_Claussan-nicola

-In molti paesi, le poste accettano le lettere che i bambini scrivono a Babbo Natale; in alcuni casi le risposte vengono fornite dagli stessi impiegati postali o da volontari. In Canada, ad esempio, è stato predisposto un apposito codice postale per le lettere indirizzate a Babbo Natale: H0H 0H0(in riferimento all’espressione “ho ho ho!” di Babbo Natale).

-Il teologo luterano Oscar Cullman sostiene che l’albero di Natale accoglie, certamente, i miti dell’albero, simbolo del rinnovarsi della vita, delle antiche genti europee (e asiatiche e amerindi ecc.), ma direttamente esso trae la sua origine dagli alberi innalzati, e ornati di frutti e altri simboli cristiani, davanti alle cattedrali.Nei primi anni del Novecento gli alberi di Natale hanno conosciuto un momento di grande diffusione, diventando gradualmente quasi immancabili nelle case dei cittadini sia europei che nordamericani, e venendo a rappresentare il simbolo del Natale probabilmente più comune a livello planetario.L’albero invece ai giorni nostri simboleggia la figura di Gesù, il Salvatore che ha sconfitto le tenebre dei peccato: per questo motivo si è cominciato ad adornarlo di luci.

albero_di_natale

Spero che questo natale tutti siano più buoni,che si ritrovi un po il calore famigliare mettendo da parte le discussioni ed il materialismo e si pensi un po di più a donare che a ricevere.

Con queste parole auguro a tutti voi, amici un buon Natale e Felice Anno nuovo con l’augurio che il prossimo sia meglio di quello passato.

merry-christmas

Qui sotto potete trovare una bellissima idea per decorare pacchetti e alberi di natale:

-Le arance essiccate:

11743946-diversi-tipi-di-spezie-noci-e-arance-essiccate--decorazioni-nataliziePrendete un’arancia e tagliatala a fettine orizzontali: dalla fetta dovrà essere visibile la raggiera degli spicchi dell’agrume. Le fettine dovranno avere lo spessore di circa un centimetro.

Disponetele quindi su una teglia coperta di carta da forno e fatele quindi seccare mettendole nel forno in modalità ventilata a 50° per circa 3 ore. Controllate spesso che le fettine mantengano il loro colore vivo: non rischiate di annerirle, piuttosto toglietele dal forno qualche minuto prima e finiranno poi di seccarsi una volta appese.

Per velocizzare il processo, potete anche posizionarle per qualche tempo, una volta tagliate, tra due fogli di carta assorbente da cucina, in modo da togliere un po’ di succo all’interno.
Tolte dal forno e fatte raffreddare, le fette di arancia, possono essere forate con un coltellino al centro,ad esempio per utilizzarle come decorazione per l’albero di Natale, o insieme alla cannella come ornamenti per i pacchetti.

A questo punto potete decorarle incollando al loro centro una stella di anice oppure usando semplicemente un bel fiocco per appenderle!

Mentre qui troverete una ricetta di biscottini natalizi:

Ingredienti:

200 gr. farina | 40 gr. zucchero | 1 pizzico sale | 1 cucchiaio spezie miste | 150 gr. burro | 1 uovo| 1 cucchiaio Per la glassa: albume | qualche goccia succo di limone | 60 gr. zucchero a velo

Preparazione:

Versare nel mixer la farina, lo zucchero, il sale, ed il cucchiaio di spezie ed il burro a pezzi.Azionarlo fino ad ottenere un composto sbriciolato. Unire l’uovo e frullare ancora.
Ottenere una palla ed avvolgerla nella pellicola trasparente, Tenere in frigo per mezz’ora circa.
Prendere due fogli di carta forno e stenderla all’interno con il mattarello. Ottenere uno strato sottile e ricavare con gli stampini i biscotti.
Cuocere per dieci minuti circa a 180 C° e farli raffreddare.
A questo punto preparare la glassa sbattendo l’albume con lo zucchero a velo ed il limone. Versare la glassa sui biscotti. Fare asciugare la glassa e servire.

87768579

é una ricetta facile a base di pasta frolla che viene ritagliata con gli appositi stampini per ottenere i biscotti,questi poi vengono ricoperti di glassa reale, ossia la classica glassa bianca che si prepara mescolando albume, succo di limone e zucchero a velo in abbondanza.

che cos’è il viaggio di Nike?

Salve a tutti, volevo darvi delle spiegazioni in merito al titolo del mio blog: Il viaggio di Nike.

Un viaggio….che cos’è un viaggio se non un’esperienza che ci arricchisce e che permette di scoprire ogni volta un po di ciò che c’è dentro ognuno di noi? quindi nel  titolo mi riferisco al viaggio della mia vita che è cominciato da appena 21 anni e che ha ancora tanta strada davanti a se.

Mentre  Nike….Viene dal greco e significa Vittoria .Ma la mia Nike è un’altra è il ragazzo, la ragazza di tutti i giorni l’adolescente e anche l’adulto o l’anziano che è alla ricerca della propria vittoria, vale a dire la propria passione, un sogno o semplicemente il capire perché siamo qui. Questa sarebbe la vera vittoria o forse guardando indietro dopo tutta questa ricerca e questo lavoro su noi stessi capiremo che tutto questo percorso lo è stato!

Bonjour a tous, je veux expliquer pourquoi j’ai choisi ce titre pour mon blog: le voyage de Nike.

un voyage…quest ce que c’est  un voyage ? c’est une experience qui nous enrichit et qui  nous permette de decouvrir chaque fois un peu de ce que il y a en nous.

dans ce titre je me refere au voyage de ma vie qui est commencé depuis 21 ans et qui a encore beaucoup de chemin devant lui.

Nike vient du Grec et signifie victoire. Mais ma Nike c’est une autre…c’est le garçon, la fille ordinaire l’adolescent et meme la pesonne agée qui recherche sa victoire, c’est à dire sa passion, son reve ou qui veut simplement savoir porqoui il se trouve ici. Ceci sarait la vrai victoire ou en regardant derriere nous après cette recherche on decouvrira que tout ce parcour l’a eté.

Grazie, Merci……Veronica (nike)

Nike_di_SamotraciaLa Nike di Samotracia è una scultura greca che rappresenta la dea Atena Nike (“Atena che porta la vittoria”).