Tesi di laurea-Graduation thesis-Mémoire

IT

la tesi dal titolo: “origini e ragioni del desiderio di viaggiare nell’individuo” si  propone di trovare nuovi spunti per analizzare cosa spinge l’uomo a lasciare definitivamente o per un breve periodo il luogo in cui vive prendendo in esame la storia del viaggiatore partendo dai nomadi fino ai giorni nostri e trattandone anche la parte psicologico – emotiva.

Verrà data una maggiore importanza a com’è cambiato il profilo del viaggiatore diventato turista dagli anni 90 ad oggi anche in virtù delle scoperte e dei nuovi mezzi che ha a disposizione l’uomo di recente.

Per poi concludere interrogandoci se l’uomo da viaggiatore sia diventato turista, se sia turista e viaggiatore allo stesso tempo o se stia cercando di ritornare viaggiatore del mondo.

EN

The thesis “Orignins and reasons of the human desire to travel” aims at investigating the reasons for a person to emigrate from his place of origin, permanently or temporarily. The study is based on historical research, starting from the nomads  III century b.C. up to current times. The psychological-emotional aspect is also addressed.

It focuses in particular on the modification of the traveler’s profile into a tourist one from 1900 to the present, taking into account the technological advancements and the instruments available today.

Finally we will explore the different scenarios like the transformation from traveler to tourist, the possibility to be a tourist and a traveler at the same time and the attempt t a tourist to become a world traveler to escape societal constraints.

FR

A travers cette étude, nous proposons de trouver de nouvelles idées pour analyser ce qui pousse l’homme à quitter, de façon permanente ou pour une courte période, le lieu où il vit en examinant l’histoire du voyageur depuis les déplacements des nomades jusqu’à nos jours et aussi à travers l’étude de la partie psychologique – émotionnelle.

Nous accorderons une plus grande importance à la manière dont le profil du voyageur a évolué pour devenir un touriste des années 90 à aujourd’hui, notamment grâce aux découvertes et aux nouveaux moyens à sa disposition.

Enfin, nous conclurons ce travail en nous demandant si l’homme, de voyageur est devenu touriste, s’il est touriste et voyageur en même temps ou s’il est en train de tenter de redevenir un voyageur du monde.

Video Italiano

 

 

Video inglese

 

Video muto

 

Annunci

Torna a Surrient’

Qui dove il mare luccica e tira forte il vento su una vecchia terrazza davanti al Golfo di Sorrento un uomo abbraccia Una ragazza…
La ragazza non ero io però a Sorrento ci sono stata e voglio raccontarvi un po del mio soggiorno.
Dalla stazione Termini di Roma abbiamo preso un Frecciabianca fino Napoli centrale, dopodiché la temutissima Circumvesuviana (per chi non la conoscesse è simile ad un treno della metro solo molto più disastrato, è stracolmo di persone,l’aria condizionata è inesistente, non c’è nessun controllo all’entrata ne sulle carrozze). Questo trenino effettua varie fermate lungo la costa fino ad arrivare Sorrento; Se prendete questa linea potete arrivare anche agli scavi di Pompei.

Una volta alla stazione abbiamo camminato 15 minuti con le valige per la via principale fino al nostro hotel che era ubicato alla fine della stessa. L’ hotel era molto carino, vicino al centro cittadino  l’unica pecca è che la hall si trovava ad altezza strada ed i piani si sviluppavano verso il basso e noi che stavamo al 1 piano vedevamo pochissimo mare dalla finestra. Hotel rivage

Essendo abbastanza stanchi dopo aver sistemato le cose ed esserci riposati un po siamo andati finalmente a mangiare; anche se erano le 4 di pomeriggio ho preso una mega pizza 🙂

La via principale Il Corso è piena di negozi e ristoranti turistici poichè la prima fonte di guadagno della costiera e soprattutto di Sorrento è il turismo e posso dire che non sembra aver risentito della crisi, c’erano 10 inglesi ogni metro! Sentivi parlare inglese ovunque….più volte mi sono chiesta che ci vado a fare all’università a studiare inglese ?? quasi quasi mi trasferivo li 🙂

Se ti addentri nella parte più occidentale del  paese per le viuzze, e le parallele della via principale puoi trovare un mondo fatto di profumi, limoncello, piatti di ceramica decorati a mano, souvenirs di ogni tipo, saponi, dipinti, ristoranti a go go, bar etc

 

i punti più belli dove poter ammirare il panorama sono:

-Piazza Vittoria: una piazza con un panorama stupendo, qui si trova anche la casa di Torquato Tasso che nacque nel 1544 autore de la Gerusalemme liberata (a Sorrento troverete molte vie,piazze e ristoranti con il suo nome). Su questa piazza affaccia anche un hotel/ristorante con una terrazza panoramica bellissima(hotel bellevue syrene). Se volete riposarvi perché avete camminato troppo consiglio di sedervi su una delle tante panchine e godere una vista mozzafiato di Marina San francesco e del Golfo di Napoli.

IMG_20140707_164932

bellevue

Da piazza Vittoria se si imbocca la via Marina grande si arriva al borghetto dei pescatori, un posto incantato soprattutto di sera con le barchette attraccate a riva e le luci che brillano nello scuro del mare e del cielo che sono un tutt’uno. Ci sono molti ristoranti che permettono di mangiare sul mare, noi siamo stati A Bagni delfino, ma mi hanno parlato bene anche di una trattoria chiamata zi Emilia ( meno formale)  🙂

barche

 

-Un altro posto dove ammirare il panorama è La villa comunale, una grande terrazza con molto verde. Qui si può prendere l’ascensore al costo di 1euro per scendere al mare o se siete più sportivi c’è la serpentina di scale che porta giù a Marina di S.Francesco per un bagno e se proseguiamo arriviamo al porto.Qui è possibile prendere navette che riportano su al paese.

La spiaggia è piccolissima quindi se non volete stare appiccicati agli altri vi consiglio di affittare un lettino in uno dei tanti bagni che hanno costruito “palafitte” sull’acqua per poter prendere il sole.

Il giorno successivo siamo stati attirati dall’entrata di un ristorante :Il Tasso. Abbiamo mangiato in una terrazza/ giardino esterna molto bella e ventilata lontana dal caos del centro cittadino. Il cibo è stato davvero ottimo per non parlare dei dolci…ancora ho l’acquolina in bocca.

La cosa di tutto il viaggio che mi ha colpito più di tutti è stata l’attenzione che i camerieri, i proprietari dei ristoranti e anche le persone del luogo ti riservavano; Al ristorante per esempio ti versavano l’acqua, il parmigiano etc poi si sinceravano spesso che tutto andasse bene e il più delle volte ti portavano anche assagini. Tutti cordialissimi, ti davano consigli su dove mangiare cosa fare e cosa non fare indipendentemente dal fatto che comprassi o meno.

Il ritorno è stato un po traumatico presa la circumvesuviana ci siamo ritrovati in mezzo a ragazzini di 14 anni che urlavano, rompevano tutto, toglievano la gomma dalle porte del vagone e volevano lanciare acqua nelle carrozze mentre il treno era fermo….ma so anche che non tutto può essere perfetto.

L’unico consiglio che vi posso dare dopo questo lunghissimo racconto/recensione è : affittate un motorino per girare Sorrento e dintorni e vi godrete il soggiorno alla grande 🙂

 

Le più belle e strane stazioni metro del mondo

Vi sono metropolitane nel mondo davvero particolari dove non si pensa al vagone affollato o al ritardo che potremmo fare e guardando queste foto capirete perché…

-Stoccolma: Una tra le metro più efficienti del mondo ma anche una tra le più artistiche. 100 stazioni per una galleria d’arte che racchiude dipinti, mosaici, ma soprattutto le meravigliose caverne multicolor.

stockholm-metro22-550x2973-Stockholm1

 

 

 

 

 

-Asia, Taipei: La metropolitana di Taipei è famosa per la “cupola di luce” una spettacolare opera in vetro.  La struttura esterna del tetto prende la forma di due mani in preghiera. Questo è il più grande progetto al mondo creato utilizzando vetro.  È interamente realizzato da un artista romano: Narciso Quagliata.

DSC_8082

 

 

Montreal: la ramificazione più lunga del mondo misura 30 km, ideata per far “riscaldare” i cittadini durante il rigido inverno nel suo interno potete trovare: saloni di bellezza, negozi, ristoranti, banche, università ed alberghi. Questa metropolitana , in particolare la fermata ” champ de Mars” è stata definita una tra le più cool del mondo.

Montreal_-_Metro_Champ-de-Mars,_panorama-20050329

 

Edimburgo:  nei sotterranei della città Scozzese ci sono un intrico di cunicoli che è stato per molto tempo il nascondiglio dei più malfamati della capitale. Royal Mile, principale arteria stradale della città, sono stati quindi costruiti diversi livelli abitativi, suddivisi in base all’estrazione sociale. Il Mary King’s Close si trova 25 metri sotto il livello terra: ospitava distillerie clandestine, appestati sepolti vivi,  prigioni e luoghi di perdizione.

Edinburgh-714697

 

Londra:Due dei ristoranti più cool di Londra sono sottoterra: Brasserie Zédel, a Piccadilly ha un’entrata al piano terra, ma per raggiungere i tavoli bisogna scendere la grande scalinata art deco; e da Coal Vaults, a Soho i clienti si affollano negli androni un tempo usati solo come deposito di carbone.Il labirinto di gallerie ferroviarie in disuso sotto la stazione di Waterloo ospita un festival ogni anno che manda in scena 60 spettacoli: danza, teatro sperimentale, opera, giochi di prestigio, arti circensi, mentre nel Thames Tunnel, un tunnel sotto il Tamigi costruito nel 1843 da Isambard Brunel per permettere alle carrozze di attraversare il fiume, vengono organizzate una serie di concerti e spettacoli.

 

 

 

Esami imminenti? no problem!

Gli esami sono alle porte sia per gli studenti che tra poco daranno la maturità  sia per noi poveri universitari che ci troviamo alle prese con la sessione estiva o con la laurea.

Quindi oggi vorrei proporvi dei metodi di studio e degli esercizi pratici per migliorare il nostro rendimento che ho trovato in un  sito internet e che ritengo molto validi.

  • Esercizio per la memoria: prendi un foglio di carta ed una penna ed evidenziatori di colori diversi.

1 )Giorno: Scegli una parola dal dizionario nella lingua che preferisci,oppure una parola da una lista di termini che devi studiare per un esame; Leggine la definizione, scrivila sul foglio di carta ed evidenziala col colore che più ti piace.

2)Giorno: Leggi la parola che hai scritto il giorno precedente per 3 volte.

3) giorno: prima di prendere il foglio cerca di ricordare la parola che avevi scelto, la sua definizione ed il colore che avevi  usato per evidenziarlo

4) Giorno: passa ad un altra parola, utilizza lo stesso procedimento e cerca di ricordarle tutte insieme ai significati ed ai colori    man mano che la tua lista  aumenterà

 

Per far si che qualsiasi cosa che abbiamo sentito, visto o scritto ci resti bisogna rendere lo studio più coinvolgente anche perché ciò che tendiamo a ricordare di più sono le esperienze dirette 🙂

 

  • La piramide:  Prima di applicare un metodo riassuntivo dobbiamo individuare le parti del testo da studiare. Per fare ciò l’importante è dividere il testo e riconoscere i concetti chiave( di solito sono i titoli dei capitoli), i concetti secondari( servono per dare corpo e per approfondire i concetti chiave), le informazioni di contorno( esempi o casi che servono a fissare meglio i concetti sopraelencati) e il “rumore di fondo” informazioni ripetitive che non sono molto importanti.

Una volta individuate le parti del testo possiamo passare al metodo riassuntivo utilizzando:

  • Le mappe concettuali: Ogni mappa concettuale è formata da Nodi concettuali  che sono i concetti chiave racchiusi nel cerchio e le relazioni associative, sono le frecce che collegano i nodi concettuali dotate di un’etichetta che spiega il collegamento tra i concetti chiave.

Scrivi il concetto chiave al centro , scrivi altri concetti ,collegali tra loro con le linee e scrivi sopra di esse ragionamenti,esempi etc…mentale1

 

 

 

Questi sono dei piccoli aiuti per chi è alle prese con gli esami. Un mese d’impegno e poi tutti al mare in bocca al lupo ragazzi 😉

Fonte: Efficacemente

 

5 posti speciali dove bere il tè e fare l’aperitivo a Roma

Questo pomeriggio che facciamo??? questa sera dove andiamo??

Spesso vogliamo uscire con i nostri partner o amici e portarli in un posto carino per un aperitivo speciale,per una merenda in un locale sfizioso o semplicemente per mangiare un boccone e non sappiamo dove andare.

Di seguito troverete 5 posti molto carini tutti da scoprire.

1) Fiorditè:  La mia sala da tè prefeita. Offre una vasta scelta di tè, dolci e biscotti buonissimi, cioccolate, succhi di frutta particolari, gelati e birre artigianali. troverete anche in vendita oltre ai prodotti sopraelencati  una vasta scelta di Mug,tazze e teiere.

L’arredamento è davvero particolare,l’atmosfera accogliente ed intima e c’è la possibilità di passare del tempo utilizzando giochi di società.

Pro:  la qualità, l’arredamento e l’amibiente accogliente

Contro: il locale non è grandissimo quindi decidete bene quando andare

Via Raffaele de Cesare 98  fiorditè

Fiordite_Roma_2

 

 

2) Bakery House : Arredamento che ricorda una bakery americana, colori vivaci alla parete e varietà di tè e dolci tipici inglesi ed Americani. Nella mia modesta opinione i  dolci sono un po pesanti e i tavoli un po troppo attaccati, però vi consiglio di provarlo per passare un pomeriggio diverso.

Pro: il brunch,l’arredamento e gli i pad attaccati alla parete dove potete farvi foto

Contro: c’è sempre molta gente, i tavoli sono molto vicini ed i dolci abbastanza zuccherosibakery-interno1

 

Corso Trieste 157  Bakery house

3)My bags: Panini gurmet, insalatone, centrifughe dolci e molto altro..La qualità del cibo è buona, il personale è simpatico e l’arredamento non è convenzionale per un locale a due passi da Piazzale Flaminio. Ottimo per un pranzetto o una merenda in compagnia delle amiche/ci.

Pro:  la varietà di panini, l’arredamento e la centralità

Contro:  l’affollamento del pranzo dato che il locale non è grandissimo

the-counter-with-its

4) Momart:  locale molto grande, in cui si può fare uno tra i migliori apertitivi di Roma al modico prezzo di 10 euro. Il buffet è super assortito ed il locale è provvisto di un ampio spazio esterno davvero carino.

Pro: il prezzo,  la grandezza del locale, il ricco buffet

contro: devo ancora trovarne uno significativo 🙂

momart

Viale XXI Aprile 19  Momart

5) Oppio caffè:  Last but not least questo stupendo locale con vista Colosseo!! avete sentito bene Colosseo 🙂  l’aperitivo costa 10 euro e lo si può gustare sia all’interno che all’esterno, il buffet è abbastanza assortito e la vista mozzafiato…cosa volete di più?

pro: la vista Colosseo e il rapporto  qualità prezzo.

contro: da esaminare meglio 😉

oppio-caffe-roma-colosseo

Via delle Terme di Tito 72    Oppio caffè

 

Questi sono i miei posti speciali…fatemi sapere quali sono i vostri 🙂

La sagra della tellina

Chi non ama le sagre??? Tutto il paese si riunisce pronto ad accogliere i forestieri venuti da molto lontano e gli amici dei paesi vicini per offrigli il meglio in due o più giornate fatte di cibo a volontà, animazione, bancarelle e molto altro….   Oggi vi parlerò della XXXVIII Sagra della Tellina che avrà luogo dal 30 Maggio al 1 Giugno a Passoscuro. Alcuni di voi che non risiedono nel Lazio si chiederanno ma questo Passoscuro dove si trova?? Passo Oscuro o Passoscuro è un piccolo paese del litorare Romano a settentrione di Roma ; Si trova a Nord di Fregene e a Sud di Ladispoli e fa parte del comune di Fiumicino. Il paese ha una storia urbanistica abbastanza recente, basti pensare che mio papà 30 anni fa quando trascorreva le vacanze al mare  le strade erano fatte di sabbia, c’erano poche case ( per lo più di pescatori) e la luce scarseggiava. Oggi il panorama seppur cambiato ha mantenuto in parte la tranquillità di un tempo forse proprio perché a differenza dei paesi limitrofi che sono per lo più turistici e caotici Passoscuro offre vaste spiagge sabbiose e dune costiereDune-di-Palidoro-Passoscuro ideali per chi vuole trascorrere una giornata in relax con l’ambiente che lo circonda. Ci sono stabilimenti balneari che grazie alla vastità della spiaggia assicurano la giusta distanza tra un ombrellone e l’altro che si voglia stare per conto proprio o fare amicizia con il vicino. Per gli italiani più tradizionali che viaggiano con l’ombrellone ed i viveri “sotto braccio” per raggiungere il nostro bel paesino state tranquilli, Passoscuro offre anche diverse spiagge libere. Se volete prendere un gelato o fare uno spuntino  potete fare una passeggiata sul bagnasciuga e spostarvi in un chiosco, la cosiddetta spiaggia libera attrezzata ( tanto amata dai giovani) che ogni giorno diventano pendolari per arrivare fin lì. Il mare di passoscuro è quello tipico del litorale Romano con bassi fondali e poche correnti che lo rendono perfetto per coloro che vogliono stare a riva, seduti sul bagnasciuga a prendere il sole o  giocare con i bambini. Sia gli stabilimenti che le spiagge libere attrezzate offrono diversi servizi ed eventi tra cui: Lezioni di surf, tornei di beach volley, aperitivo al tramonto, noleggio di moto d’acqua, canoe e  per i più tradizionali gli intramontabili pedalò.filename-img-9929-jpg               Se volete restare per più di un giorno senza dover tornare e magari restare imbottigliato nel traffico a Passoscuro troverete 2 Alberghi ed un Camping…e per mangiare c’è solo l’imbarazzo della scelta 🙂   Quest’anno fate un salto alla sagra per gustare un mitico piatto di spaghetti con le telline e visitare il nostro splendido paese………..SPAGHETTI TELLINE   Vi aspettiamo!!! 10170895_10203074251330071_8627925237550649624_n   Per Raggiungere Passoscuro via treno: tratta Roma Termini- Civitavecchia, scendere alla fermata Torre in Pietra- Palidoro( ogni ora) Via Cotral: prendere il Cotral che parte da Roma Cornelia (ogni ora) macchina: uscita 1 del raccordo anulare, proseguire per l’Aurelia direzione Civitavecchia e girare alla rotonda per Passoscuro   Per maggiori informazioni: Pro loco

il balcone che vorrei

La Primavera dovrebbe già essere arrivata da un bel po, ma anche se il sole fa capolino  dietro le nubi per poi sparire lasciando il posto ad un po di pioggia passeggera perché non iniziare ad arredare il nostro balcone?

Che sia piccolo o grande il balcone ci permette di rilassarci stando all’aria aperta, di mangiare con gli amici, di studiare, di coltivare un piccolo orticello e se siamo fortunati di godere di un bel panorama.

Se il vostro balcone è piccolo dovete decidere a cosa dare la priorità: relax o cibo???

Se preferite rilassarvi potreste optare per un divanetto o per quei materassi colorati (molto carini si possono comprare da Maison du monde) che vanno poggiati a terra accompagnati da un tavolinetto basso.

alvhem_90sqm_hqroom_ru_11

arredo-terrazzo-1 (1)

 

 

 

 

 

 

 

Mentre se preferiamo creare un luogo dove mangiare l’elemento fondamentale che dovete comprare è un bel tavolo da esterni.

A seconda dello stile che volete dare al vostro balcone vi propongo due tavoli:

Il primo si può acquistare ad IKEA ed è un tavolo a ribalta in legno d’acacia con quattro sedie pieghevoli abbinate prezzo offerta 150 € nei giorni 11,12,13/4  a Roma dopodiché il tavolo costerà 100€ e le sedie 25€ l’una.

Il secondo sempre da Ikea ma ha un prezzo minore: 20 euro x il tavolo e 20 a sedia.

askholmen-tavolo__0170259_PE324347_S4askholmen-sedia-pieghevole__0170257_PE324346_S4applaro-tavolo-e--sedie__0137552_PE296037_S4

 

 

 

 

 

 

 

 

 

Mentre se il vostro stile è piu Romantico quello che vi consiglio è di acquistare un tavolino rotondo in ferro battuto o in metallo Con due sedie in stile petit bistrot Parisienne ed uno scaffale da parete in metallo laccato.

donnamoderna-balconimb_french-balcony

6-terrazzo

 

 

 

 

 

 

Gli altri elementi da abbinare allo stile in legno sono un angoliera in legno su cui possiamo mettere libri,annaffiatoio e vasetti con fiori E se volete aggiungere un portavasi in legno con la struttura per i rampicanti da applicare alla parete.

askholmen-piedistallo-per-piante__0278264_PE389557_S4

 

Indipendentemente dallo stile che sceglierete consiglio vivamente se volete Creare quell’atmosfera magica dei piccoli lumini colorati portacandele che potete acquistare da Tiger (1€)images

 

E l’intramontabile lanterna bianca di IKEA0170307_PE324371_S3

 

 

 

 

Per aiutare l’ambiente non c’è niente di meglio che riciclare ….usando il Pallet ( quella struttura in legno che si usa per gli imballi).

Può essere utile come divano fouton, come tavolinetto,può anche essere un ottimo contenitore per i vasi e le piante da giardino e scaffale portatutto.

Pallet-Furniture-2

142011_pallet-furniture-4

14efdd26a2bcedc2a0ce448af775563f

pallet-couch1

 

 

 

 

 

 

 

 

 

Nel sito di seguito troverete molte idee per plasmare il pallet a vostro piacimento 😉 —>give a look!

Ma che cos’è un balcone che si rispetti senza un po di verde?

Nel prossimo articolo vedremo  insieme le piante primavera/estate e le loro caratteristiche.

Abbiamo già tutto a portata di mano…

Tra le numerose erbe spontanee dei nostri prati e quelle coltivate nei nostri giardini è possibile trovare preziosi rimedi che ci permettono di risolvere vari disturbi senza dover ricorrere a prodotti erboristici industrializzati o nella peggiore delle ipotesi di farmaci. Le erbe del nostro giardino non sono pubblicizzate perché non farebbero guadagnare nessuno a parte noi stessi e la nostra salute.

Qui troverete una lista delle erbe ” gratuite” che possiamo trovare anche nel campetto vicino casa:

Basilico: Ocymum basilicum  basilico-ok

proprietà:è digestivo, è utile per combattere l’acidità di stomaco, per calmare la tosse e il raffreddore; ha proprietà antinfiammatorie, stimola l’appetito Inoltre, combatte l’insonnia, rinfresca l’alito, allenta la tensione, rafforza il sistema immunitario e favorisce la secrezione lattea. Può anche essere usato per combattere le infiammazioni gengivali, il mal di gola, e lo stress

 

Malva: Malva silvestris (molto facile da trovare)

proprietà: emolliente,lassativo leggero, diuretico, antinfiammatorio.

es: gargarismi e cataplasma di foglie di Malva per gengive infiammate; Proprietà antinfiammatorie per l’intestino( per colite associata a Tintura Madre di piantaggine e tintura di finocchio

Malva

Melissa: Melissa Officinalis

Proprietà: antispasmodico, calmante(insonnia, emicranie,gatralgie di origine nervosa)

Es: tintura madre dei disturbi nervosi

melissa2

Olivo: Olea europea

proprietà: Ipotensivo,diuretico,antidiabetico,febbrifugo

OLIVO_OLEA_EUROPAEA

Ortica: Urtica dioica e urens

: antianemico,entireumatico,depurativo,antinfettivo,drenante epatico, galattogeno.

es: infusoortica_dioica

Rosmarino: Rosmarinus officinali

Proprietà: tonico nervino(debolezza psicofisica), stomachico, antisettico polmonare, riattivante della circolazione.

rosemary

Salvia: Salvia Officinalis

Proprietà: antisettico, antivirale,depurativo, antispasmodico,digestivo,regolatore delle mesturazioni,tonico(debolezza psicofisica),astringente e purificatore della pelle. Utile per afte,stomatiti,laringiti e dermatosi.

Controindicazioni: allattamento

salvia-officinalis

Timo: Thymus vulgaris

Proprietà: tonico,balsamico,antisettico intestinale, polmonare e urinario, vermifugo, stimolante della circolazione(riscaldante)

Es: per tossi e bronchiti

timo

Prossimamente impareremo come usare queste erbe officinali in maniera artigianale.

So this is Christmas…

And what  have you done another year  over and a new one just begun, cantava john Lennon.

Eccoci qui a fine 2013, non è volato quest’anno? Nonostante la crisi, le alluvioni,il Papa, le immigrazioni, le emigrazioni, le rivolte( pur piccole ma sempre rivolte) etc….

Molte sono le cose che cambiano in un anno…i rapporti, le case, il lavoro, gli hobby, la palestra….e cambi un po anche tu insieme a tutti questi cambiamenti belli o brutti che siano.

Ancora una volta ho la sensazione che continuo ad andare ma non so dove, che sono più fragile e sensibile di quanto credevo,che nella vita serve coraggio e che stando immobili, anche se ciò ci fa sentire al sicuro, niente potrà mai cambiare…..e quel vuoto dentro resta.

Però ragazzi è Natale, il periodo a mio avviso più bello dell’anno con la sua atmosfera magica che sa di bambini, di calore, di famiglia, di regali, di addobbi, di luci e d’amore quindi bando alle ciancie e cerchiamo di capire di più i siboli e le usanze di questa festa.

Il natale cristiano si festeggia il 25 dicembre e celebra la nascita di Gesù, quello pagano è la stessa data ma ha un’accezzione un pò diversa.

Questa festa pagana è nata nell’Europa settentrionale e diffusasi in tutto il mondo ai giorni nostri riguarda principalmente lo stare in famiglia,la solidarietà,babbo natale, l’albero, i regali,il presepe, il calendario dell’avvento e le luci colorate.

-Tutte le versioni del Babbo Natale moderno che è chiamato anche Santa Claus in inglese, derivano dallo stesso personaggio storico: il vescovo, poi divenuto anche santo, san Nicola di Bari, o semplicemente Nicola della città di Myra (nell’odiernaTurchia), di cui si racconta che ritrovò e riportò in vita cinque fanciulli che erano stati rapiti e uccisi da un oste e che per questo era considerato il protettore dei bimbi.

Santa_Claussan-nicola

-In molti paesi, le poste accettano le lettere che i bambini scrivono a Babbo Natale; in alcuni casi le risposte vengono fornite dagli stessi impiegati postali o da volontari. In Canada, ad esempio, è stato predisposto un apposito codice postale per le lettere indirizzate a Babbo Natale: H0H 0H0(in riferimento all’espressione “ho ho ho!” di Babbo Natale).

-Il teologo luterano Oscar Cullman sostiene che l’albero di Natale accoglie, certamente, i miti dell’albero, simbolo del rinnovarsi della vita, delle antiche genti europee (e asiatiche e amerindi ecc.), ma direttamente esso trae la sua origine dagli alberi innalzati, e ornati di frutti e altri simboli cristiani, davanti alle cattedrali.Nei primi anni del Novecento gli alberi di Natale hanno conosciuto un momento di grande diffusione, diventando gradualmente quasi immancabili nelle case dei cittadini sia europei che nordamericani, e venendo a rappresentare il simbolo del Natale probabilmente più comune a livello planetario.L’albero invece ai giorni nostri simboleggia la figura di Gesù, il Salvatore che ha sconfitto le tenebre dei peccato: per questo motivo si è cominciato ad adornarlo di luci.

albero_di_natale

Spero che questo natale tutti siano più buoni,che si ritrovi un po il calore famigliare mettendo da parte le discussioni ed il materialismo e si pensi un po di più a donare che a ricevere.

Con queste parole auguro a tutti voi, amici un buon Natale e Felice Anno nuovo con l’augurio che il prossimo sia meglio di quello passato.

merry-christmas

Qui sotto potete trovare una bellissima idea per decorare pacchetti e alberi di natale:

-Le arance essiccate:

11743946-diversi-tipi-di-spezie-noci-e-arance-essiccate--decorazioni-nataliziePrendete un’arancia e tagliatala a fettine orizzontali: dalla fetta dovrà essere visibile la raggiera degli spicchi dell’agrume. Le fettine dovranno avere lo spessore di circa un centimetro.

Disponetele quindi su una teglia coperta di carta da forno e fatele quindi seccare mettendole nel forno in modalità ventilata a 50° per circa 3 ore. Controllate spesso che le fettine mantengano il loro colore vivo: non rischiate di annerirle, piuttosto toglietele dal forno qualche minuto prima e finiranno poi di seccarsi una volta appese.

Per velocizzare il processo, potete anche posizionarle per qualche tempo, una volta tagliate, tra due fogli di carta assorbente da cucina, in modo da togliere un po’ di succo all’interno.
Tolte dal forno e fatte raffreddare, le fette di arancia, possono essere forate con un coltellino al centro,ad esempio per utilizzarle come decorazione per l’albero di Natale, o insieme alla cannella come ornamenti per i pacchetti.

A questo punto potete decorarle incollando al loro centro una stella di anice oppure usando semplicemente un bel fiocco per appenderle!

Mentre qui troverete una ricetta di biscottini natalizi:

Ingredienti:

200 gr. farina | 40 gr. zucchero | 1 pizzico sale | 1 cucchiaio spezie miste | 150 gr. burro | 1 uovo| 1 cucchiaio Per la glassa: albume | qualche goccia succo di limone | 60 gr. zucchero a velo

Preparazione:

Versare nel mixer la farina, lo zucchero, il sale, ed il cucchiaio di spezie ed il burro a pezzi.Azionarlo fino ad ottenere un composto sbriciolato. Unire l’uovo e frullare ancora.
Ottenere una palla ed avvolgerla nella pellicola trasparente, Tenere in frigo per mezz’ora circa.
Prendere due fogli di carta forno e stenderla all’interno con il mattarello. Ottenere uno strato sottile e ricavare con gli stampini i biscotti.
Cuocere per dieci minuti circa a 180 C° e farli raffreddare.
A questo punto preparare la glassa sbattendo l’albume con lo zucchero a velo ed il limone. Versare la glassa sui biscotti. Fare asciugare la glassa e servire.

87768579

é una ricetta facile a base di pasta frolla che viene ritagliata con gli appositi stampini per ottenere i biscotti,questi poi vengono ricoperti di glassa reale, ossia la classica glassa bianca che si prepara mescolando albume, succo di limone e zucchero a velo in abbondanza.